Stile

La Minaudière: un’icona di femminilità e di eleganza

Creazione iconica di Van Cleef & Arpels fin dal 1933, la MinaudièreTM è oggi un autentico accessorio di gioielleria, oltre che l’espressione dell’idea di eleganza della Maison.

 

Charles Arpels realizza la Minaudière nel 1933 ispirandosi a Florence Jay Gould, esponente dell’alta società americana, nonché moglie del filantropo e uomo d'affari Frank Jay Gould. Quando vede la donna riporre con noncuranza i propri oggetti mondani in una semplice scatola di metallo, Charles Arpels decide di perfezionare la classica pochette da sera, accessorio elegante e di gran moda negli anni Venti. Alfred Van Cleef battezza la nuova creazione “Minaudière”, nome della tenuta di famiglia situata a poca distanza da Parigi.

  • Immagini dei diversi elementi che compongono la Minaudière Eglantine, 1939, Patrick Gries, archivi Van Cleef & Arpels

    Immagini dei diversi elementi che compongono la Minaudière Eglantine, 1939, Patrick Gries, archivi Van Cleef & Arpels

Realizzati con materiali quali l’oro e lo Stryptor, questi scrigni vengono poi incisi, laccati e ornati di motivi in oro guilloché e pietre preziose. Grazie ai numerosi scomparti, le donne più alla moda dell’epoca possono custodire al loro interno tutti i propri indispensabili accessori. Perfetti da riporre in un’elegante borsa di satin nero o tenere semplicemente in mano, possono contenere uno specchio, il rossetto, la cipria, il portasigarette, l’accendino e persino un orologio in miniatura. Fedeli alla tradizione dei gioielli trasformabili della Maison, le chiusure di alcune Minaudière sono amovibili e possono essere indossate come spille.

 

Sobria, colorata o scintillante, la Minaudière si distingue nel tempo per una varietà di stili che ben si adattano al mutare delle epoche e delle mode. Dalla finitura lucida degli smalti neri degli anni Trenta agli ornamenti ispirati all’arte e alla natura degli anni Cinquanta, senza dimenticare le composizioni oniriche di fine millennio, i preziosi motivi che le decorano sono da sempre la quintessenza di una raffinatezza che esalta la figura femminile.