NEWSROOM

La mostra "A century of diamond creation" a Place Vendôme 20, Parigi, Francia

3 luglio 2022

Collana Proust, 2002. Oro bianco, oro giallo, diamanti bianchi e diamanti colorati. Collection du Siècle. Collezione Van Cleef & Arpels

Dal 17 giugno 2022 al 10 gennaio 2023 la Galerie du Patrimoine, al numero 20 di Place Vendôme, a Parigi, ospita la mostra “A century of diamond creations”. Accompagnati da diversi archivi originali, più di 40 creazioni di gioielleria e di opere d'arte illustrano la creatività con cui la Maison ha sempre sublimato questa pietra preziosa.

 

Dalla sua fondazione, i diamanti hanno illuminato gioielli, ordini speciali, creazioni uniche e oggetti preziosi ideati dalla Maison. Questa presenza costante, sottolineata dalle numerose creazioni visibili alla mostra (alcune delle quali presentate per la prima volta alla Galerie du Patrimoine), iniziò a occupare un ruolo di preminenza negli anni '20. Questa decade mette in luce la "Gioielleria Bianca", caratterizzata da bracciali di diamanti dalla flessibilità eccezionale. I motivi sottili di questi gioielli "seconda pelle" esprimono la predilezione di Van Cleef & Arpels per la fluidità dell'alta moda.

 

Tra le opere centrali della mostra si annovera la maestosa collana Collaret, creata nel 1939 per la regina Nazli d'Egitto, dalle linee perfettamente simmetriche realizzate con 355 diamanti rotondi e 318 diamanti taglio baguette. La mostra mette in risalto anche un'altra impressionante creazione: la collana Proust, del 2006, parte della parure di Alta Gioielleria chiamata "Collection of the Century", che rappresenta la maestria più elevata in termini di stile e mineralogia.

 

I gioielli e gli oggetti preziosi esposti alla mostra sono accompagnati da un'antologia di documenti (a volte commentati da Jacques Arpels in persona) e bozzetti che testimoniano l'abilità di Van Cleef & Arpels di illuminare diversi tipi di gioielli attraverso i diamanti.

 

Una scenografia, ideata in collaborazione con l'illustratore Jérémie Fischer, dà vita alla mostra con note di colore. Composte da collage di carta ritagliata e macchiata di inchiostro, le sue illustrazioni poetizzano i motivi e i giochi di luce generati dalle creazioni di diamanti.