Pietre

Zaffiro

Il nome zaffiro deriva dall’ebraico sapphir, che significa “il più bello”, e dal greco sappheiros, che significa “pietra blu”. Appartenente alla famiglia del corindone, lo zaffiro è, insieme al rubino, la seconda pietra più dura dopo il diamante. Van Cleef & Arpels sceglie spesso gli zaffiri per impreziosire i gioielli con la tecnica del Serti Mystérieux™, realizzando creazioni dal delicato tocco vellutato.

L’ampia gamma cromatica dello zaffiro spazia dal blu profondo al rosa intenso e comprende il giallo, l’arancione e il verde. Gli zaffiri blu sono sempre stati i più apprezzati per l’eleganza delle loro ricche tonalità: blu oltremare, blu reale, celeste, con sfumature che variano in base all’origine della pietra. In passato, le pietre più pregiate si trovavano nel Kashmir. Oggi, gli zaffiri blu più rinomati provengono dal Madagascar, dallo Sri Lanka (ex Ceylon) e dalla Birmania. 

L’ampia gamma cromatica dello zaffiro spazia dal blu profondo al rosa intenso e comprende il giallo, l’arancione e il verde.

La Maison seleziona zaffiri dal colore acceso, dal bagliore intenso e dall’essenza pura.

Per preservare il colore e l’intensa lucentezza degli zaffiri, Van Cleef & Arpels consiglia di pulirli con una spazzola morbida e acqua saponata.

  • Lavoro di incastonatura, adattamento delle griffe, Bracciale Innamorato, Van Cleef & Arpels

    Lavoro di incastonatura, adattamento delle griffe, Bracciale Innamorato