Pietre

Lapislazzuli

Il lapislazzuli, descritto nell’antichità come un cielo stellato, cattura lo sguardo con il suo blu intenso punteggiato di pirite. Esaltata dalla brillantezza solare dell’oro giallo e dallo splendore dei diamanti, tutta la profondità della sua tonalità blu scuro si esprime in diverse collezioni di gioielli Van Cleef & Arpels, tra cui Bouton d’or® e Deux Papillons. 

In Egitto e in Mesopotamia, il lapislazzuli veniva scolpito per creare oggetti particolarmente lussuosi.

Il lapislazzuli è una pietra dura, opaca, di composizione molto variabile, che presenta un colore prevalentemente blu scuro dovuto a un’alta percentuale di lazurite, sua componente minerale primaria.

Il nome deriva dal latino lapis (pietra) e dall’arabo azul (blu). In Egitto e in Mesopotamia il lapislazzuli veniva scolpito per creare oggetti particolarmente lussuosi (sigilli cilindrici e statuette di divinità) destinati a committenti reali. Si trova anche su anelli etruschi con motivi incisi.

 

 

Le pietre selezionate da Van Cleef & Arpels si distinguono per la purezza e l’intensità del colore illuminato da screziature di pirite, oltre che per la loro spiccata lucentezza dovuta alla ripetuta lucidatura.

Per evitare danni o graffi alle pietre, la Maison consiglia di riporre le creazioni in lapislazzuli in cofanetti antiumidità rivestiti di tessuto, separate dagli altri gioielli.

 

 

  • Bracciale Boules de Lapis Lazuli pour Féerie et Jour Nuit - Savoir-faire - SIHH13 Infilatura, scultura su oro, selezione e incastonatura dei diamanti, Van Cleef & Arpels

    Bracciale Boules de Lapis Lazuli pour Féerie et Jour Nuit - Savoir-faire - SIHH13 Infilatura, scultura su oro, selezione e incastonatura dei diamanti